Chiesa San Francesco di Paola


La chiesa di S. Francesco di Paola è stata in passato sede del convento dei Frati Minimi di S. Francesco di Paola o Paolini, che ne presero possesso nel 1617.
Una la­pide murata nel pianerottolo della scala dei limitrofi locali dell’ex-ospedale S. Vincenzo dimostra comunque che il complesso era sorto in epoca ancora più antica. Nella lapide si legge: “Ad Ascanio Marziani, che nel 1609 a sue spese fondò l’Ospedale S. Vincenzo, Taormina riconoscente”. Marziani fu un Giurato, un amministratore cioè di Taormina nel 1600, ed a lui è intitolata una stradina-scalinata sita sul Corso Umberto.

La chiesa fu in origine Cattedrale della città ed era intitolata a Maria SS. Assunta. Le molte vicende a cui è stata sottoposta l’antica Cattedrale ne hanno ad un certo punto deformato lo stile. I Frati - alla fondazione del convento - apportarono adattamenti e trasformazioni all’antico edificio della chiesa, successivamente espropriato in base alla legge sulla soppressione degli Ordini religiosi del 1866. La chiesa è poi sopravvissuta, in tempi più recenti, al bombardamento aereo del 1943. Tra il 1944 ed il 47 è stata sottoposta a lavori di restauro coordinati dall’arch. Armando Dillon.
E’ stata riaperta in occasione della mostra Giuseppe Sinopoli, attimi, sguardi.